Non migliorano le condizioni degli incendi boschivi. Resta lo stato di massima attenzione per tutto il fine settimana

Purtroppo il fuoco continua ad imperversare nei boschi della Valchiusella, malgrado l'ammirevole l'impegno profuso da Vigili del Fuoco ed AIB. 

Nelle ultime ore appare crescente il disagio e la preoccupazione della popolazione residente in molti comuni, soprattutto quelli più vicini all'alta valle, a causa della crescente concentrazione di un fumo acre e denso che localmente può rendere l'aria difficilmente respirabile.

Pertanto, desideriamo offrire quanto a nostra disposizione per collaborare al dialogo con i cittadini, al di là del fatto che il Comune di Vidracco non sia interessato dai fronti di fuoco. Questo anche in virtù della nostra organizzazione intercomunale di protezione civile che comprende lo stesso Comune di Traversella. 

Dall'inizio dell'evento, manteniamo un filo diretto con la sindaca Renza Colombatto, che ci aggiorna frequentemente sull'evolvere della situazione sulle operazioni di spegnimento; è possibile consultare gli aggiornamenti disponibili sul fronte in questa pagina.


RISCHIO INTOSSICAZIONE DA FUMO

Su questo argomento sono pervenute delle richieste in varie forme, a molti Comuni della Valle, compreso il nostro. 

Desideriamo innanzitutto rasserenare i cittadini sul fatto che la situazione è sotto controllo e che non esistono pericoli immediati per la salute pubblica. 

Abbiamo atteso di diffondere ufficialmente la notizia perché fino a poco più di un’ora fa non avevamo i dati certi che si rendano necessari, affinché l’Autorità di protezione Civile (Sindaco) possa rendere pubblica qualsiasi informazione, consiglio o disposizione alla popolazione durante l’emergenza emergenza. Puntualizziamo inoltre sulla necessità di non sovrapporre le esigenze dei cittadini (anche se comprensibilmente dettati da condizioni diffuse di preoccupazione o di vera e propria ansia) con le decisioni sui provvedimenti del caso nei confronti dei cittadini, che comunque spettano all’Autorità stessa  (ad esempio chiusura di luoghi pubblici, evacuazioni, ecc.).

Il Sindaco di Traversella ci ha comunicato che, nel primo pomeriggio, i tecnici di ARPA PIEMONTE hanno verificato con apposite rilevazioni strumentali svolte in vari punti della valle, CHE ATTUALMENTE LA SITUAZIONE NON PRESENTA PERICOLI PER LA SALUTE PUBBLICA, anche per il fatto che la combustione è a carico di materiali vegetali e pertanto non ha emissioni di gas tossici, ed inoltre perché gli altri gas potenzialmente pericolosi per inalazione mostrano valori molto al di sotto dei limiti di rischio.

In questo momento dati non sono ancora pubblicati sul sito ARPA, ma lo saranno certamente già dalle prime ore del mattino di domani.

Inoltre  rendiamo note altre informazioni che in questo momento sono di pubblico interesse e che possono contribuire alla generale serenità; innanzitutto alcuni comunicati pubblici:

Per quanto riguarda la qualità dell'aria, Il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino ha dichiarato: che “è evidente che, bruciando boschi su aree così vaste, gli effetti si sentono e provocano sensazioni sgradevoli e comprensibili preoccupazioni nella popolazione. Ma l’Arpa sta monitorando la situazione, e dal momento che brucia materiale vegetale non c’è propagazione di sostanze tossiche. Non sottovalutiamo gli effetti, ma il monitoraggio è attivo e costante”.

Inoltre, l’assessore alla Sanità, Antonio Saitta, ha dal canto suo sostenuto che “le analisi effettuate permettono, al momento di escludere rischi per la salute. Occorre però rilevare che se, sulla base dei rilievi dell'Arpa, si evidenziassero pericoli, l’Asl TO3 proporrà senza indugio ai sindaci gli interventi necessari. I tecnici del Dipartimento Prevenzione dell’Asl TO3 verificano se e come il fuoco e il ristagno dell’aria, nelle attuali condizioni atmosferiche, possano comportare influenze negative sulla salute della popolazione".

Infine, da comunicazione telefonica diretta abbiamo appreso che è stata attivata a Torino Sala Operativa di Croce Rossa, proprio con lo scopo di coordinare le risposte sul fronte sanitario  eventualmente necessarie in supporto ai comuni interessati. Pertanto, in caso di necessità, gli enti locali sono ampiamente supportati a gestire eventuali situazioni di emergenza anche di ampia proporzioni, ad esempio con l’attivazione di posti medici avanzati..

In conclusione ribadiamo che la situazione è sotto controllo e non presenta pericoli immediati per la salute pubblica.

 


> NORME DI COMPORTAMENTO IN CASO DI DI FUMI E GAS TOSSICI PRESENTI NELL'ARIA


 

 

Tags: